We stick out

Arrivo del volontario previsto per Settembre 2016

Il volontario aiuterà gli ospiti della Comunità per la salute mentale a condurre una vita autonoma e a realizzare varie attività creative, svolgerà una funzione di supporto nel raggiungimento dell'autonomia e di stimolo allo svolgimento di attività quotidiane degli utenti a seconda delle loro esigenze e competenze (rifare i letti, preparare i pasti, uscire per comprare il giornale), a partecipare ad attività ricreative (uscire per un caffè, andare al cinema) e formative (competenze di base) e ad attività terapeutiche. Quindi il volontario, attraverso rapporti spontanei e familiari, entrerà in contatto con dinamiche interpersonali in ambito comunitario, e con pratiche educative e laboratoriali per gli utenti, tra cui segnaliamo un laboratorio di ascolto di musica e lettura di testi musicali e un laboratorio di informatica; previsto inoltre un progetto finalizzato alla creazione di un film sui disturbi psichiatrici nel nostro contesto territoriale, da organizzarsi in rete con soggetti esterni alla Casa, che vogliano collaborare alla creazione di processi di inclusione sociale. Dopo una prima fase, in cui il volontario sarà invitato all'osservazione, all'ascolto ed all'attenzione di dinamiche relazionali, inizierà una attività più operativa. A relazione consolidata, quindi, il volontario si dedicherà ad attività e progetti che permetteranno la condivisione con l'equipe, l'utenza e la Comunità locale contribuendo ad incoraggiare il dialogo, il confronto interculturale, la solidarietà.