Alcuni servizi offerti
  • CENTRO DIURNO AISM DI PORDENONE (PN)
  • COMUNITÀ ALLOGGIO CISI DI BEGLIANO SAN CANZIAN D’ISONZO (GO)
  • COMUNITÀ ALLOGGIO CALICANTUS DI PASIAN DI PRATO (UD)
  • COMUNITÀ ALLOGGIO CASA CARLI DI MANIAGO (PN)
  • COMUNITÀ ALLOGGIO CJASE NESTRE DI UDINE (UD)
  • COMUNITÀ ALLOGGIO CJASE SAN GJAL DI RAGOGNA (UD)
  • COMUNITÀ ALLOGGIO VILLA VEROI DI TRICESIMO (UD)
  • COMUNITÀ ALLOGGIO E CENTRO DIURNO VILLA SARTORIO DI TRIESTE (TS)
  • RESIDENZA PROTETTA CISI DI GORIZIA (GO)
  • CSRE DI ENEMONZO (UD), GEMONA DEL FRIULI (UD)
  • CSRE DI CIVIDALE DEL FRIULI (UD)
  • CSRE GRAVI GRAVISSIMI GERVASUTTA (UD)

Disabilità

L'area Disabilità comprende servizi, residenziali e semiresidenziali, rivolti a persone disabili adulte di ambo i sessi con una disabilità prevalentemente di tipo psico-fisico e con una limitata autonomia e autosufficienza. I servizi gestiti si caratterizzano per la ricerca e lo sviluppo di percorsi di integrazione all'interno di contesti normali di vita, attraverso l’attivazione di interventi mirati al potenziamento delle capacità relazionali e di comunicazione.

I programmi di accoglimento sono orientati verso una dimensione individuale e personalizzata intesa non solo come presa in carico assistenziale o riabilitativa, ma soprattutto come realizzazione di una progettualità complessa che coincide con la qualità della vita della persona adulta.

Le comunità per disabili hanno lo scopo di promuovere il benessere di ogni singolo, inteso come attenzione alla sfera affettivo relazionale, senso di appartenenza, rispetto delle diverse inclinazioni identitarie, cura degli aspetti emotivi e possibilità di crescita verso un’autonomia possibile. Attraverso la progettazione individualizzata, che rappresenta lo strumento operativo sul quale si fonda una valida relazione di aiuto e un accompagnamento costruttivo della persona disabile, vengono pianificati gli interventi.

Le attività proposte sono strumenti di partecipazione, d’integrazione e di protagonismo dell’ospite ed è fondamentale dal punto di vista metodologico che l’utente stesso percepisca le attività come parte integrante del proprio percorso.

Tra gli obiettivi principali vi è quello di stimolare e sostenere l’integrazione sociale e culturale nel territorio e nella comunità locale attraverso iniziative mirate; la programmazione delle stesse tiene conto delle caratteristiche personali degli ospiti e si articolano coerentemente con i progetti individuali. La partecipazione è definita in base agli interessi e ai desideri di ognuno.

La finalità dei diversi servizi residenziali è orientata a ricreare un contesto di vita il più possibile vicino a quello familiare, caratterizzato dai consueti aspetti della quotidianità e contraddistinto da una relazione accogliente e partecipata. Il rapporto con la famiglia, ove presente, è certamente da considerarsi un obiettivo fondamentale: recuperare o mantenere un livello di relazione con i familiari è essenziale ai fini del programma d’intervento. La relazione con i familiari da parte degli operatori dei servizi risulta pertanto una modalità di lavoro che sa riconoscere la significatività e l’importanza dei legami affettivi. I familiari infine rappresentano un sostegno emotivo per la persona disabile e parte attiva nel condividere il progetto individualizzato, le responsabilità delle scelte ed i momenti di verifica degli interventi.

Lavoriamo con
  • AISM di Cordenons (Pn), Trieste (Ts), Padova (PD)
  • Ambito socio assistenziale di Maniago-Spilimbergo (PN) 6.4
  • Azienda Socio Sanitaria n. 3 Alto Friuli
  • Azienda Socio Sanitaria n. 4 Medio Friuli
  • Azienda Socio Sanitaria n. 6 Friuli Occidentale
  • Consorzio Isontino Servizi Integrati CISI di Gorizia (Go)
  • Servizi Sociali Comune di Trieste