Alcuni servizi offerti
  • CENTRO DIURNO COMUNITÀ NOVE DI UDINE (UD), GEMONA DEL FRIULI (UD), TOLMEZZO (UD), AZZANO DECIMO (PN), MANIAGO (PN), SAN VITO AL TAGLIAMENTO (PN)
  • CENTRO RIABILITATIVO CASA BASAGLIA HAUS DI MERANO (BZ)
  • COMUNITÀ CASA RICCHIERI DI PORDENONE (PN)
  • COMUNITÀ CASA E PIAZZA DI CORDENONS (PN)
  • COMUNITÀ FOSSALATO A PORTOGRUARO (VE)
  • COMUNITÀ VIA CANDIANI DI CONCORDIA SAGITTARIA (VE)
  • COMUNITÀ DI VIA COLLE MANIAGO (PN)
  • COMUNITÀ VIA GJERMAN DI TARCENTO (UD)
  • CTRP DI AURONZO (BL)
  • GRUPPO APPARTAMENTO VIA CANDOTTI A CODROIPO (UD), PORTOGRUARO (VE), PORDENONE (PN), PORCIA (PN), SAN VITO AL TAGLIAMENTO (PN)

Salute mentale

L’impegno nell'ambito della sofferenza mentale che Itaca porta avanti quotidianamente trova le sue radici ed il suo humus nell’eredità culturale lasciata dal dott. Franco Basaglia, il padre della Legge 180/1978. Grazie all'esperienza innovativa in Friuli Venezia Giulia dello psichiatra veneziano, prima a Gorizia e poi a Trieste, la "Legge Basaglia" – riconosciuta oggi in tutto il mondo come un modello innovativo nel campo della salute mentale - ha restituito il diritto di vivere alle persone con sofferenza mentale, chiudendo i manicomi e ispirando il lavoro di Itaca nel campo della salute mentale.

L'attività della Cooperativa ha avuto infatti inizio a partire dai progetti di de-istituzionalizzazione dei “lungodegenti psichiatrici” e con l'avvio di nuovi programmi di riabilitazione per le persone afferenti ai Centri di salute mentale.

Avendo sempre presente il rinnovamento basagliano, ogni percorso riabilitativo, educativo e in generale ogni intervento viene costruito con la persona interessata, vista nelle sue peculiari condizioni di vita. Partendo dalla Legge 180, l’area Salute Mentale è impegnata a partire dalla centralità dell'individuo.

Diversi i servizi ma con metodologie e obiettivi comuni, in primis l'accoglienza e la conoscenza della persona con difficoltà, del suo contesto di vita, delle persone che le sono di riferimento. In secondo luogo, la proposta di un percorso mirato a superare le problematicità, tarato sulle sue necessità e possibilità. Senza mai dimenticare la collaborazione con il Servizio sanitario pubblico che ha in carico il percorso terapeutico, il coinvolgimento attivo ogni qualvolta possibile di familiari, amici, interlocutori significativi. In buona sostanza avendo sempre a cuore l'attivazione di ogni risorsa possibile finalizzata al raggiungimento di tali obiettivi, grazie anche alla messa in rete delle risorse - di Itaca e del territorio in senso più ampio – disponibili.

La filosofia è quella di permettere ad ogni persona di raggiungere uno stato di benessere pari a quello delle altre persone che si trovino in simili condizioni o stati di vita, facendo in modo che tale stato possa essere condiviso, come anche il percorso per raggiungerlo, con le persone che per lei/lui sono significative.

Fondamentale anche l’idea di fornire elementi di conoscenza e formazione per il superamento dello stigma legato alla malattia mentale, nonché mettere in rete le risorse territoriali disponibili, favorire e sostenere la crescita di nuove, superare gli eventuali conflitti, parimenti al co progettare nuove strategie assieme ai servizi pubblici, ovvero lavorare in sinergia nel rispetto delle specifiche competenze con le Cooperative di tipo B per rendere possibile l'accesso al lavoro, inteso quale base di partenza per l'effettivo godimento del diritto di cittadinanza.

Lavoriamo con
  • Azienda Sanitaria provincia Autonoma di Bolzano
  • Azienda Socio Sanitaria n. 3 Alto Friuli
  • Azienda Socio Sanitaria n. 4 Medio Friuli
  • Azienda Socio Sanitaria n. 6 Friuli Occidentale
  • Azienda Socio Sanitaria Locale n. 10 Veneto Orientale
  • Unità Locale Socio Sanitaria n. 1 Belluno