«Indietro

 

THE VILLAGE fra i vincitori del Premio Città impresa 2012

Lun, 30/04/2012
Cerimonia di premiazione il 2 maggio a Vicenza
Festival Città Impresa - Fiera di Vicenza
02.05.2012, ore 17.30


Pordenone

“Con grande gioia annunciamo che “The Village”, il gioco per lo sviluppo delle competenze e delle comunità sociali è uno dei progetti vincitori del Premio Città impresa 2012”. Lo rendono noto Cooperativa sociale Itaca di Pordenone e Dof Consulting di Trieste che mercoledì 2 maggio riceveranno a Vicenza, dalle mani del ministro Corrado Passera, l’ambito premio istituito dal Festival Città impresa e dedicato ai “fabbricatori di idee”, ovvero “imprese, enti, associazioni e singoli individui che contribuiscono ogni giorno con il loro lavoro, idee e passione a far crescere il territorio del Nordest”. Un riconoscimento prestigioso quello guadagnato da The Village, che qualifica il partenariato Itaca e Dof come esempio e modello di successo italiano nella promozione di una cultura dell’innovazione e tra le best practices nel settore del non profit.
Quella del festival Città impresa è un’iniziativa che si offre come occasione di visibilità per la dimensione progettuale del Nordest, ma anche di incontro fra i premiati, che avranno così la possibilità di condividere “visioni” e prospettive. Il premio sarà consegnato mercoledì 2 maggio alle 17.30 presso la Fiera di Vicenza, nell’ambito dell’inaugurazione del festival e alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera.
“Siamo orgogliosi di far parte di tutto questo e curiosi di incontrare gli abitanti di altri villaggi, con cui potranno forse nascere nuovi interessanti gemellaggi – fanno sapere ancora Cooperativa sociale Itaca e Dof Consulting -. È in questi momenti che ci sentiamo ancora più orgogliosi di aver scelto di aprire le porte del Villaggio dell’innovazione sociale, perciò grazie a tutti i “fabbricatori di idee” che stanno sostenendo The Village nel suo viaggio – appena cominciato – all’interno di organizzazioni e comunità che vogliono crescere senza dimenticarsi delle persone e delle loro capacità”.

Arrivato alla sua quinta edizione, il festival Città impresa è una settimana di incontro e confronto a livello europeo su idee, proposte e modelli per rinnovare il tessuto produttivo e affermare una nuova fase di sviluppo sostenibile. Protagoniste le aziende che innovano, che puntano sulla creatività e/o su rinnovate sapienze artigiane, ma anche le città che producono idee, creano luoghi – spesso all’interno di antichi stabilimenti industriali – dove le idee si incontrano e si scambiano, dove il rapporto tra cultura, creatività ed impresa crea contaminazioni e produce nuove suggestioni.
Festival curioso, questo, che fin dalla sua nascita si è posto come punto di riferimento di un territorio vasto e variegato come il Nordest, nella consapevolezza che per vincere la sfida competitiva determinata dalla crisi globale occorre puntare sì sulla tradizione di un territorio e del suo tessuto economico, ma scommettendo allo stesso tempo su elementi centrali di sviluppo quali idee, creatività, innovazione e sostenibilità. A sostenere il tutto, la convinzione che il Nordest sia una grande fabbrica di idee che può dare un contributo ancora maggiore alla rinascita italiana e europea, a patto che sia unito e che ragioni in rete. Tema di quest’anno: “Le fabbriche delle idee. Cultura, innovazione e sostenibilità per la competitività dei territori e delle imprese”.

Cinque giorni dedicati a idee, innovazione e sostenibilità. La capacità di reinventarsi, di trovare nuovi modelli produttivi e di innovare anche sul piano sociale, in un’ottica di interdipendenza e integrazione fra impresa, comunità e territorio diventa perciò il focus del programma del festival: cinque giornate fitte di appuntamenti (dal 2 al 6 maggio), distribuiti in 35 località del Nordest, tra cui 5 Città Impresa: Schio (Vi), Federazione dei Comuni del Camposampierese (Pd), San Daniele del Friuli (Ud), Riviera del Brenta-Miranese (Ve), Pieve di Soligo (Tv). Oltre un centinaio gli eventi in cartellone per un’edizione che punta al record di 200 mila partecipanti e vedrà, fra i relatori internazionali, Oded Shenkar, economista statunitense teorico dell’imitazione innovativa, e Ben Casnocha, blogger e viaggiatore definito da BusinessWeek “uno dei migliori giovani imprenditori americani” (il programma completo è consultabile sul sito www.festivalcittaimpresa.it).
Di assoluto interesse, sarà poi sabato 5 maggio la Notte Verde del Nordest, che metterà in connessione città e quartieri dell’area metropolitana tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Promossa da Nordesteuropa.it in collaborazione con Sette Green e la media partnership di Ansa, Radio 24 e IcMoving Channel, la maratona green si snoderà in contemporanea attraverso una eco-mappa che coinvolge oltre 20 città e territori: Padova, Venezia, Vicenza, Udine, Gorizia, Adria, Bassano del Grappa, Borgo Valsugana, Federazione dei Comuni del Camposampierese, Mel, Miranese e Riviera del Brenta, Pieve di Soligo, Valdagno.
Durante il giorno, e fino a notte fonda, ciascuna realtà approfondirà una sfumatura della green economy con iniziative ad hoc: energia, mobilità, paesaggio e agricoltura, economia, gestione dei rifiuti, turismo, ricerca scientifica, bio-architettura e design, nuove professioni e formazione (per informazioni: www.notteverdenordest.it).

www.facebook.com/cooperativaitaca