«Indietro

 

ASSISTENZA SANITARIA "SU MISURA" DAL FVG ALL'ABRUZZO

Ven, 27/02/2015
IN RETE 10 COOPERATIVE SOCIALI CHE PUNTANO SUL WELFARE AZIENDALE
 
 
Pordenone
 
Un pacchetto di servizi sanitari, assistenziali, riabilitativi e educativi “ritagliati su misura” e rivolti a famiglie e aziende grazie a una rete interregionale di 10 Cooperative sociali che si estende lungo la fascia adriatica, partendo dal Friuli Venezia Giulia e arrivando fino all’Abruzzo. Si tratta della rete di servizi “Come Te”, nata per offrire assistenza domiciliare o in struttura alle famiglie e alle imprese che vogliono puntare sul welfare aziendale.
Al progetto ha aderito per il Friuli Venezia Giulia la Cooperativa sociale Itaca, le altre regioni coinvolte sono Veneto, Emilia Romagna, Marche e Abruzzo. “Come Te” propone soluzioni personalizzate di assistenza a 360 gradi: dall’assistente di base a domicilio all’accoglienza in struttura, dai percorsi educativi individualizzati a consulenze professionali specialistiche.
Il progetto è stato realizzato sotto la spinta di un rapporto intercooperativo e intersettoriale nato per rispondere ad una precisa esigenza di welfare aziendale di una grande Cooperativa di consumatori, che aveva la necessità di offrire gli stessi servizi ai propri dipendenti in tutte le sedi dislocate nella fascia adriatica di centro nord. Di qui la scelta di aggregare più Cooperative che, dopo un anno di sperimentazione, hanno sottoscritto, un contratto di rete per poter estendere il servizio a chiunque ne abbia bisogno.
Capofila di progetto la Cooperativa sociale Cadiai di Bologna, le altre Coop sociali che hanno aderito sono, oltre a Itaca unica Coop sociale per il Friuli Venezia Giulia, Azalea per il Veneto, Cad, Cidas, Opengroup, Seacoop e Zerocento per l’Emilia Romagna, Labirinto per le Marche, Consorzio Sgs per l’Abruzzo.
“Come Te” si avvale di un call center unico (numero verde 800502081), gestito da Cadiai, che raccoglie le richieste inviate dai presidi territoriali per poi inviarle, nel rispetto della zona di provenienza, ad uno dei coordinatori territoriali presenti nelle 5 regioni coinvolte. Sulla base della competenza territoriale viene poi coinvolta la Cooperativa di riferimento che metterà a disposizione i propri operatori.
Articolate le possibilità d’intervento tra cui servizi professionali e di assistenza generica alle famiglie a domicilio, servizi residenziali, appartamenti protetti. Il tutto all’interno di un percorso in cui famiglie e beneficiari sono supportati nell’orientamento alla rete dei servizi, pubblici e privati, ricevendo informazioni sui diritti delle persone, sui servizi stessi e le facilitazioni esistenti, nonché sulle procedure da seguire. Le proposte riguardano infatti servizi personalizzati a carattere modulare che possano adattarsi alle singole necessità, prevista anche la figura del “care manager” che, recandosi a domicilio, potrà aiutare le famiglie e/o le aziende a scegliere un servizio ritagliato su misura.
 
 
Fabio Della Pietra