«Indietro

 

ITACA FESTEGGIA I 22 ANNI INAUGURANDO LA COMUNITÀ DI BERTIOLO

Mar, 01/07/2014


Bertiolo

E’ stato un sabato di festa quello appena trascorso per “Casa e Piazza”, la comunità della Cooperativa sociale Itaca situata a Virco di Bertiolo (Ud). Grazie alle persone che la abitano e che hanno aperto con entusiasmo le porte di casa propria, lo scorso 28 giugno si è svolta la festa di inaugurazione della struttura. Una festa che ha visto al centro le persone, come hanno sottolineato nei diversi interventi tutte le autorità intervenute, a partire dalla presidente di Itaca, Orietta Antonini. Ma c’erano anche per la Regione Friuli Venezia Giulia, Franco Iacop - presidente del Consiglio regionale e Vittorino Boem - consigliere regionale, per la Provincia di Udine Elisa Battaglia - assessore alle politiche sociali, per il Comune di Bertiolo il sindaco Mario Battistuta, Gianfranco Napolitano - responsabile del Distretto sanitario di Codroipo per l’Azienda sanitaria n.4 “Medio Friuli”, e poi il parroco don Gino e Franco Turrin di Tpstudio Pordenone che ha progettato assieme a Itaca la realizzazione ex novo della casa. A fare da cerimoniere la vice presidente di Itaca, Enrichetta Zamò.
 
“Abbiamo concluso bene questo primo semestre. Il bilancio del primo quadrimestre come da previsioni – spiega la presidente di Itaca, Orietta Antonini -, ci restituisce una situazione di equilibrio sia nel fatturato sia nelle marginalità. Abbiamo continuato a lavorare per consolidare i risultati realizzati sia con nuove progettualità che con nuovi investimenti”.
In questa prospettiva si è svolta la festa di inaugurazione della Comunità Casa e Piazza. “Festeggiando a Virco di Bertiolo abbiamo celebrato anche il 22° compleanno di Itaca, nata il 29 giugno 1992 a Pordenone. Due avvenimenti molto intrecciati, perché la storia della Comunità nasce moltissimi anni fa ed è stata il nostro primo investimento”.
L’anno che ha segnato l’inizio degli investimenti di Itaca fu il 1995, con l’acquisto dell’immobile a Ronchis di Latisana che divenne sede della Comunità Casa e Piazza. Oltre 400 milioni di lire dell’epoca, a fronte dell’aggiudicazione di una gara d’appalto indetta dalla locale Azienda sanitaria, che prevedeva anche la messa a disposizione di strutture. “Perdemmo la gara successiva e, alla fine del 1998, riaprimmo la Comunità sul libero mercato. Non fu una scelta simbolica – sottolinea Antonini - ma una risposta ad un pessimo sistema di gestione delle gare d’appalto di servizi pubblici essenziali che, purtroppo, è più che mai attuale”.
Nel 2009 la struttura ebbe poi bisogno di interventi manutentivi importanti e per questo si trasferì temporaneamente a Cordenons in una struttura in affitto, ma la lentezza burocratica costrinse Itaca ad altre scelte. “Così siamo approdati a Bertiolo – prosegue Antonini - dove, alla fine del 2011, abbiamo acquistato un terreno, abbiamo progettato e costruito una nuova struttura in circa un anno e mezzo, che alla fine del 2013 era pronta per essere abitata e dove si sono trasferiti utenti, operatrici e operatori”.
Un investimento complessivo di circa un milione di euro, di cui metà assistito da un mutuo bancario. Oggi a Bertiolo la comunità Casa e Piazza ospita 8 persone (ne potrà ospitare al massimo 10) con un’equipe, presente sulle 24 ore, composta da 11 persone.
“Non abbiamo chiesto sostegni pubblici per la realizzazione di questo ultimo investimento perché, come sempre, abbiamo cercato di inserirlo all’interno dei nostri piani di sostenibilità. Il problema comune a molte cooperative sociali anche di inclusione lavorativa – conclude Orietta Antonini - non è tanto e solo riferito all’investimento iniziale, quanto alla successiva gestione e valorizzazione di tali investimenti”.
“Oggi certamente possiamo già affermare che, rispetto al nostro primo investimento, a Bertiolo abbiamo già “contabilizzato” in pochi mesi molte ricchezze, fatte di relazioni con il territorio e la comunità di riferimento. E’ una gran bella ragione per festeggiare e un bel vantaggio per iniziare”.

Fabio Della Pietra