Partner del progetto

BIT GENERATION

Il progetto nasce all'interno della rete “Interreg-Rat Dolomiti Live” come risposta alla necessità di diminuire il "digital divide" che caratterizza i territori montani che compongono il territorio della rete. La "Bit generation", caratterizzata dai "nativi digitali" come vengono definiti i giovani nati a partire dalla fine degli anni ottanta, può avere, se opportunamente coinvolta e formata, un ruolo importante per abbattere questo "digital divide" ed essere portatrice di un reale sviluppo economico oltre che sociale della zona.

Obiettivi:

L'obiettivo generale è quello di migliorare la cooperazione transfrontaliera fra diversi operatori socio-culturali del territorio della rete “Dolomiti Live” sulla tematica delle pari opportunità di accesso alla “società dell'informazione”. In particolar modo si vuole attuare uno scambio di buone prassi sull'implementazione a livello locale delle nuove tecnologie e delle nuove opportunità connesse a queste, con particolare attenzione al “networking”, al telelavoro e alla realizzazione di servizi (pubblici o privati) a livello locale.

Gli obiettivi specifici sono:
  • Promuovere la costituzione di una rete transfrontaliera di punti di accesso pubblici (quali biblioteche, centri aggregativi, ostelli per la gioventù, scuole, oratori, Amministrazioni comunali o anche altri locali aperti al pubblico), dotati di sistemi di connessione wi-fi che possano fungere da strutture polifunzionali con la possibilità, oltre a quella di offrire agli utenti l'accesso gratuito ad internet, anche di fungere da poli di alfabetizzazione digitale, di formazione in ambito ICT oppure di punto di accesso ai servizi di e-government e supporto alla comunità locale;
  • Lo scambio di buone prassi e di know how tecnologico fra amministratori locali, decision maker, operatori e giovani, attraverso la realizzazione di iniziative culturali e formative congiunte sia in presenza (meeting ecc.) che on-line (teleconferenze ecc.) che abbiano come focus principale l'utilizzo delle nuove tecnologie, di internet 2.0 e delle altre opportunità offerte dal “cloud” informatico, sia per l'implementazione locale di nuovi servizi per i cittadini che per migliorare e potenziare l'utilizzo da parte dei beneficiari di questi strumenti per migliorare lo sviluppo socio economico del territorio.

Attività:
  • Attivazione di una piattaforma “wiki” attraverso cui coordinare il progetto mediante l'organizzazione online dell'agenda delle attività;
  • Organizzazione di un corso di formazione per gli operatori di progetto sull'utilizzo di sistemi e programmi condivisi di tele-net-working aperto anche ad operatori di altri progetti attivi sul territorio della rete “Interreg-rat Dolomiti Live”;
  • Organizzazione di un Kick-Off Meeting, da tenersi a Belluno, che avrà lo scopo, attraverso il coinvolgimento delle varie esperienze individuate e lo scambio di prassi che esse hanno maturato, di approfondire la tematica dai diversi punti di vista: normativo, tecnologico, di contenuto.
  • Organizzazione di una “open space conference”/”bar camp” transfrontaliera a Dobbiaco presso il Grand Hotel della durata di n. 3 giorni, in cui i promotori di spazi di accesso pubblici avranno modo di confrontarsi sulle criticità, i punti di forza e di debolezza del loro lavoro quotidiano.
  • Organizzazione di laboratori formativi orientati al “fare” sull'utilizzo del web 2.0, social network, “i-cloud” informatico ecc., per lo sviluppo del net-working e del telelavoro in una prospettiva di sviluppo sostenibile del territorio e la diffusione di servizi di e-government locale. Destinatari di questi laboratori formativi saranno in via prioritaria i decision maker ma anche operatori del territorio con particolare attenzione ai giovani lavoratori. Al termine di questo percorso formativo sarà organizzato un meeting transfrontaliero a Lienz, della durata massima di n. 2 giorni, in cui i partecipanti al laboratorio dei quattro territori potranno presentare i lavori di gruppo realizzati nonché approfondire e scambiarsi prassi, esperienze e metodologie in merito allo sviluppo di servizi di e-government.
  • Lancio di un concorso di idee congiunto e condiviso fra tutti i partner rivolto ai giovani (privilegiando la fascia 15-20 anni) che faccia emergere idee innovative o valorizzi esperienze e iniziative giovanili locali sul tema della “società dell'informazione” da poter poi condividere a livello transfrontaliero.
  • I giovani coinvolti dai diversi partner in questo concorso di idee parteciperanno ad un meeting di tre giorni nel quale, attraverso un approccio partecipativo e tecnologico, verrà approfondito il rapporto fra nuovi media e partecipazione democratica.

Il progetto è finanziato nell'ambito del 5° Avviso del Programma Interreg Italia-Austria 2007-2013.